Insieme si può… ricostruire

 

9 giugno 2017. Tutto è pronto, le numerose Associazioni e i molti volontarisono al loro posto, sul palco gli ultimi preparativi e nella piazza si respira fermento.

 

È arrivato il momento di dare il via all’iniziativa “Insieme si può… ricostruire” organizzata dai ragazzi del Presidio del Volontariato “Insieme si può”, operante all’interno dell’Istituto Superiore “Italo Calvino”, naturalmente in collaborazione con la scuola e grazie al contributo di Banca Credito Cooperativo Umbria, AVIS e A.L.I.Ce. di Città della Pieve. Continue reading

A.L.I.Ce. al “Calvino” di Città della Pieve e non solo


Ormai da anni gli studenti delle classi Seconde dell’Istituto di Istruzione Superiore “Italo Calvino” di Città della Pieve incontrano il dott. Adriano Cipriani, volontario della locale A.L.I.Ce., sui corretti stili di vita, ma non solo; gli studenti infatti, autorizzati dalle famiglie, vengono sottoposti a screening cardiologico, con
elettrocardiogramma, misurazione pressione con rilevazione di fibrillazione atriale e visita da parte del cardiologo. Generalmente un incontro al mese per un sempre crescente numero di studenti. Sono stati monitorati, nel corso degli anni, una quantità elevata di giovani. L’operazione è possibile grazie alla disponibilità di volontari A.L.I.Ce., professionisti e non, che affiancano il dottor Cipriani.

Iniziativa apprezzata dagli studenti che riconoscono nel dottore un “amico” di cui fidarsi.

L’attività è in programma anche per il prossimo anno scolastico.

Sempre nel settore prevenzione cardiologica proseguono le visite pomeridiane, sempre gratuite, a cadenza mensile, presso la sede dell’Associazione.

La collaborazione attiva pure con la USL1 si è concretizzata, ancora una volta, con la donazione di un holter cardiologico all’ambulatorio di cardiologia della Casa della Salute di Città delle Pieve, per abbattere i tempi di attesa e per evitare spostamenti in sedi anche lontane e quindi disagevoli per gli utenti; dono reso possibile dalla compartecipazione dell’AVIS locale.

Al via il concorso “Una rosa… rinascerà” – assegnate le prime borse di studio

A.L.I.Ce. – Associazione per la Lotta all’Ictus Celebrale – di Città della Pieve, per volere di Franco Pilato, un pievese che, ispirandosi alla sua esperienza di vita, ha scritto un libro che parla di speranza “Una rosa… rinascerà”, ha istituito un concorso a cui è stato dato lo stesso nome del libro. Continue reading

“La rosa rinasce negli occhi dei bambini”, assegnate le borse di studio Alice-Pilato

La rosa rinasce, ogni giorno, negli occhi e nelle azioni di questi ragazzi. Questa mattina Franco Pilato e l’associazione Alice in collaborazione con l’Istituto Pietro Vannucci hanno consegnato le due borse di studio del fondo ricavato dalla vendita del libro di Franco “Una rosa rinascerà” a due allievi dell’Istituto Pievese. Paolo Tozzi, della sede di Città della Pieve, è stato premiato per l’amore e la tenerezza che ha sempre espresso nel prendersi cura di una compagna “speciale”.

La mattina è proseguita con la seconda premiazione che si è tenuta a Po’Bandino nell’altra sede dell’Istituto Vannucci, sempre alle elementari, dove Sofia Stafa ha ricevuto il premio dalle mani di un emozionatissimo Franco e con i complimenti anche in questo caso da parte della preside Maria Caligiuri che si è detta “orgogliosa di poter essere parte di una comunità che regala emozioni e soddisfazioni come queste”.

Un momento di grande partecipazione emotiva, sia da parte delle insegnanti che dello stesso Franco. Un riconoscimento che oltre che ai bambini è andato anche ad una intera classe della primaria “perché questi ragazzi hanno avuto da sempre un comportamento di fratellanza tra loro e nei confronti di chi ha qualche problema in più di loro”.

Ed è proprio questo il senso della borsa di studio Pilato, che vuole sostenere nell’acquisto di libri e materiale didattico chi si è particolarmente distinto nell’aiutare il prossimo.  “Siamo qui stamattina per premiare la solidarietà e la bontà e voi bambini siete qui perché avete fatto un lavoro meraviglioso – hanno detto Guerrino Bordi e Ivonne Fuschiotto di Alice -. Grazie anche alle vostre famiglie che vi hanno dato questi valori e alle insegnanti che li hanno consolidati”.

Se Scuola e Amministrazione vanno in sintonia il beneficio è di tutta la comunità – le parole del sindaco Fausto Scricciolo – Franco è un messaggero positivo che con umanità e dignità ha trasmesso i bisogni e al tempo stesso la testimonianza di come affrontare la vita anche nelle difficoltà. Penso che questa occasione debba diventare elemento di identità della comunità pievese, e dobbiamo essere orgogliosi di avere un cittadino come Franco Pilato e un associazione come Alice”.