Normative

LEGGE REGIONALE 14 maggio 1982, n. 24 – Norme per il trasferimento alle unità sanitarie locali delle funzioni in materia di igiene e sanità pubblica. – (Bollettino Ufficiale dell’Umbria n. 28 del 19.5.1982).

Art. 11 – Funzionamento dei collegi medico-legali di cui alle leggi n. 482/1970, n. 381/1970, n. 382/1970, n. 118/1971. – La competenza a costituire le commissioni sanitarie di prima istanza per gli invalidi civili, per i ciechi civili, per i sordomuti e per altre categorie similari nonché il collegio medico di cui all’art. 20 della legge 2 aprile 1968, n. 482, è attribuita al comitato di gestione dell’unità sanitaria locale in cui hanno attualmente sede.

Ove si ravvisi la necessità e sussista la possibilità di costituire analoghe commissioni in altre unità sanitarie locali, vi provvederanno del pari i singoli comitati di gestione.

Le commissioni sanitarie regionali di seconda istanza per gli invalidi civili, per i ciechi civili e per i sordomuti sono nominate dalla giunta regionale.
I medici chiamati a far parte delle commissioni di cui ai commi precedenti già designati dall’associazione nazionale mutilati ed invalidi civili di cui alla legge 23 aprile 1965, n. 458, dall’unione italiana ciechi e dall’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza ai sordomuti sono nominati dal comitato di gestione delle singole unità sanitarie locali o dalla giunta regionale, a seconda della competenza, su terna indicata dalle organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative.

I medici già designati dal capo dell’Ispettorato del lavoro e dal comitato provinciale di assistenza e beneficenza pubblica sono del pari scelti e nominati dal comitato di gestione dell’unità sanitaria locale, ovvero dalla giunta regionale, a seconda della competenza, nel rispetto dei criteri già previsti dalle leggi istitutive.

Le funzioni di segretario delle commissioni di cui al presente articolo sono espletate da personale dipendente dall’unità sanitaria locale in cui le stesse hanno sede, iscritto nei ruoli del Servizio sanitario regionale con la qualifica di collaboratore amministrativo o assistente amministrativo.

Le unità sanitarie locali, in cui hanno sede le commissioni di cui al presente articolo, forniscono i mezzi per il loro funzionamento e provvedono alle spese relative. Ai componenti dei collegi medici vengono attribuiti i compensi già fissati all’art. 4 della legge regionale 12 febbraio 1980, n. 8. Il consiglio regionale provvede ogni due anni all’aggiornamento di detti compensi. La misura dei compensi eccedenti quelli fissati dalla normativa statale è posta a carico di apposito capitolo del bilancio regionale.

ALTRE LEGGI
Legge n°508 del 21 novembre 1988
“Norme integrative in materia di assistenza economica agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti”

D.L. 23 dicembre 1976, n. 850
Norme relative al trattamento assistenziale dei ciechi civili e dei sordomuti.

L. 18 marzo 1968, n. 388
Aumento del contributo ordinario dello Stato a favore dell’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordomuti ed istituzione di un assegno mensile di assistenza

Sordomuti (legge n° 318/70)
Si considera sordomuto il minorato sensoriale dell’udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva che gli abbia impedito il normale apprendimento del linguaggio parlato, purché la sordità non sia di natura esclusivamente psichica o dipendente da causa di guerra, di lavoro o di servizio

D.M. 18 febbraio 1981
Orari di insegnamento e prove di esame per le scuole medie statali speciali per sordomuti.

D.P.R. 6 febbraio 1985, n. 186
Regolamentazione dei rapporti finanziari fra l’Amministrazione delle poste e delle telecomunicazioni ed il Ministero dell’interno per il pagamento degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento a favore dei sordomuti, dei ciechi civili e dei mutilati ed invalidi civili.

D.M. 30 giugno 1990, n. 197
Regolamento per la disciplina delle modalità di uso e custodia delle matrici dei moduli di mandato di pagamento usati per la corresponsione delle pensioni, assegni ed indennità spettanti ai mutilati ed invalidi civili, ai ciechi e ai sordomuti.

L. 11 ottobre 1990, n. 289
Modifiche alla disciplina delle indennità di accompagnamento di cui alla L. 21 novembre 1988, n. 508 , recante norme integrative in materia di assistenza economica agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti e istituzione di un’indennità di frequenza per i minori invalidi.

D.M. 4 marzo 1993
Determinazione dei protocolli per la concessione dell’idoneità alla pratica sportiva agonistica alle persone handicappate.

D.M. 12 gennaio 1994
Determinazione per l’anno 1994 degli importi delle pensioni, degli assegni e delle indennità a favore dei mutilati ed invalidi civili, ciechi civili e sordomuti nonché dei limiti di reddito prescritti per la concessione delle provvidenze stesse

D.M. 27 gennaio 1999
Determinazione, per l’anno 1999, degli importi delle pensioni, degli assegni e delle indennita’ a favore dei mutilati ed invalidi civili, ciechi civili e sordomuti nonche’ dei limiti di reddito prescritti per la concessione delle provvidenze stesse.

D.P.R. 6 dicembre 1976, n. 870
Regolamentazione dei rapporti finanziari tra l’Amministrazione delle poste e delle telecomunicazioni ed il Ministero dell’interno per il pagamento degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento a favore dei sordomuti, dei ciechi civili e dei mutilati ed invalidi civili.

18 dicembre 1973, n. 854
Modalità di erogazione degli assegni, delle pensioni ed indennità di accompagnamento a favore dei sordomuti, dei ciechi civili e dei mutilati ed invalidi civili.

L. 12 gennaio 1974, n. 7
Aumento del contributo ordinario dello Stato a favore dell’Ente nazionale sordomuti per gli anni 1973 e 1974.

D.M. 1° luglio 1975
Distribuzione alle altre categorie di riservatari della percentuale riservata ai sordomuti nelle assunzioni dirette del personale di custodia appartenente alla carriera ausiliaria della Direzione generale delle antichità e belle arti del Ministero per i beni culturali e ambientali.

L. 9 dicembre 1975, n. 749
Assegnazione di un contributo ordinario dello Stato a favore dell’Ente nazionale sordomuti da destinarsi alla gestione delle istituzioni scolastiche dell’ente stesso.

L. 21 agosto 1950, n. 698
Norme per la protezione e l’assistenza dei sordomuti.

Legge n°104 del 5 febbraio 1992
Legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate

Legge n° 118 del 30 marzo 1971
Conversione in legge del D.L. 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili

Legge N°68/99
“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”

Legge n°18 dell’11 febbraio 1980
“Indennità di accompagnamento agli invalidi civili totalmente inabili”

Legge n°392 del 26 luglio 1984
“Interpretazione autentica dell’articolo 1 della legge 11 febbraio 1980, n° 18, in materia di indennità di accompagnamento agli invalidi civili totalmente inabili”

Legge n° 13 del 9 gennaio 1989
“Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”

Legge n° 53 del 8 Marzo 2000
Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali

PER VISUALIZZARE L’ELENCO AGGIORNATO VISITA QUI

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>